Questo sito usa i cookies
Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione in questo sito. Clicca su conferma se vuoi continuare la navigazione.
x


Eventi


Le menti alterate

Le menti alterate
08/04/2021 18:30  Piattaforma Zoom

 
Tema delicato, forte – la cui eco arriva fino alle nostre vite attuali - al Circolo dei Lettori, grazie a un libro fra i più belli usciti negli ultimi mesi: L’arte di legare le persone (Giulio Einaudi editore) di Paolo Milone, psichiatra genovese con molti anni di lavoro in un reparto ospedaliero di psichiatria d’urgenza. Tema delicato perché la patologia psichica resta un tabù, un rimosso; forte perché le pagine di Milone, le sue parole essenziali, sanno essere dure, precise, senza sconti. E con un riverbero che ci tocca da vicino, dopo lunghi mesi di segregazione nella solitudine e nella paura, “slegati” gli uni dagli altri, spesso anche da sé stessi. Il racconto di una vita – narrata a frammenti, schegge di uno specchio rotto -, un libro necessario perché arriva al cuore di molte verità psichiatriche, troppo spesso affrontate più ideologicamente che nella pratica quotidiana. Un libro “poetico” che, però, sfata, con lucidità, ogni retorica, ogni lirismo e ogni compiacimento: «Poetica è la nostalgia, impoetica la depressione. /Poetica è la fantasia, impoetico il delirio. /Poetico è il timore, impoetica l’ansia».
Insieme all’autore, Armando Besio, giornalista dalla lunga esperienza culturale, e Giovanni Drago, allievo della Scuola “Luca Ronconi” del Piccolo Teatro di Milano che leggerà alcuni testi. Tutti e tre sono nati a Genova, città che è uno dei tanti personaggi, complessi, infelici, persino affascinanti, di un libro che non finisce con l’ultima pagina.
*
L’incontro si terrà sulla piattaforma Zoom. Per partecipare, qualora non lo foste già, potete iscrivervi alla nostra newsletter (http://www.ilcircolodeilettori.it/newsletter.php) e prenotarvi tramite mail.

 


Armando Besio


Giovanni Drago


Paolo Milone



Ingresso libero
fino a esaurimento posti



Si ringrazia :